blog

Alimentazione e integrazione: quale legame?

Si parla spesso di integratori alimentari e della fondamentale importanza di una dieta sana. Ciascun essere vivente è composto e strutturato da un numero elevatissimo di cellule organizzate in tessuti e a loro volta strutturati in organi, sistemi ed apparati. L’insieme di tutte le strutture viventi è composto da molecole organiche, carboidrati, lipidi, proteine, oligoelementi (Sali minerali, Vitamine, ecc..) e nel corso del tempo tutte le nostre strutture biologiche subiscono un incessante rinnovamento.

In un certo senso la vita di un organismo biologico ha in sé alcuni tratti del mito dell’araba fenice: gli esseri viventi non vanno incontro alla totale distruzione per risorgere dalle loro ceneri ma sono sottoposti ad un costante rinnovamento delle loro strutture.

Il cibo rappresenta il materiale di costruzione della vita ma dal cibo traiamo anche un largo insieme di molecole che svolgono un’essenziale funzione regolatrice. Non avremmo ormoni sessuali se non assumessimo una giusta quantità di colesterolo, non potremmo avere un’adeguata funzione respiratoria se non assumessimo la giusta quantità di ferro, né avremmo neurotrasmettitori equilibrati e a sufficienza senza la giusta quantità dei loro precursori. Infine, il cibo ha poi una terza ed essenziale funzione: quella di fornire energia alle strutture viventi.

In questo scenario gli integratori rappresentano una particolare forma di alimento “cibo”, in quanto sono formulazioni concentrate di particolari elementi nutritivi. L’integrazione può avere un ruolo strutturale (come ad esempio il calcio che si fissa nelle nostre ossa) oppure un ruolo energetico (come il caso di molti prodotti disponibili per gli sportivi) ma più interessante e stimolante è il loro ruolo nella regolazione dei processi biochimici, in quanto rappresentano formulazioni ricche di elementi regolatori e oligoelementi che possono avere effetti importanti sulla nostra fisiologia, ovvero, sul normale e naturale funzionamento di un essere vivente ed in  questo senso i prodotti  a marchio èinte rappresentano formulazioni concentrate di elementi regolanti i processi cellulari.

Durante il corso plurimillenario del mondo l’umanità è stata colpita da gravi patologie di carenza. Oggi si potrebbe ritenere che le opulenti società occidentali siano esenti dal flagello dello scorbuto, del beriberi o delle gravi anemie sideropeniche. In realtà, studi di carattere epidemiologico su estese fette della popolazione mondiale, documentano ancora oggi l’esistenza di numerose problematiche di carenza nutrizionale, ovvero di alterazione delle giuste concentrazioni di macro e micronutrienti. Ad esempio è di riscontro comune, nelle nostre società, la carenza di Magnesio, di Acido Ascorbico (Vitamina C) e di alcuni precursori essenziali alla neurochimica.

L’origine ed il motivo di tali carenze e/o alterazioni di rapporti di concentrazione non risiede nella carenza di cibo ma ovviamente trae origine dalla qualità e talvolta dall’eccessiva quantità di quest’ultimo. Ma andando oltre il semplice archetipo dei termini carenziali, ciascun elemento nutritivo con funzione regolatrice può stimolare, modificare o modulare una determinata funzione fisiologica.

Ciascun bravo musicista sa che all’interno di uno spartito ciò che rende vari brani profondamente diversi e con armonie differenti o, ahimè, in taluni casi disarmonie, non è rappresentato unicamente dalle note, bensì dall’insieme di intensità, ritmi e pause eseguiti nel tempo. Al tempo stesso gli elementi regolatori della nostra biochimica rappresentano le note della vita e l’utilizzo in differenti tempi, modi e concentrazioni può rappresentare la migliore armonia biochimica.

Un integratore o una dieta sana non rappresentano una panacea contro tutti i mali o contro problematiche spesso estremamente complesse. Non sono cura delle patologie umane, ma rappresentano un elemento essenziale per raggiungere in maniera armonica il benessere e la salute all’interno di un giusto percorso terapeutico. In altre parole perseguire la giusta armonia biochimica non cura nessuna malattia ma quest’ultima non può essere curata prescindendone dalla stessa.

Approfondimenti:

Concentrazione Vitamina C Europa del Nord
Livelli di Magnesio
Magnesio in prevenzione e terapia
Scorbuto
Scurvy is back
Vitamina C
Zinco

Vitamina D

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *